• Museo della Vita Contadina
    in Romagna
    Orari del Museo per l'anno 2014:Apertura in qualsiasi giorno su richiesta chiamando il numero: 349-7881929
  • Settore dei Favolari Fiabe di Romagna
  • Una panoramica della nuova esposizione
  • Storia dell’Associazione La Grama
  • Il centro della casa contadina
  • Una vita al telaioD'inverno al tepore delle stalle si filava. Ogni donna aveva la propria rocca e il proprio fuso. Le filatrici si classificavano in quattro categorie: le principianti filavano il comento, le iniziate filavano la stoparina, le esperte filavano il legoro e le provette, le nonne, filavano il fiore.
Notice
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

La vita dell'artigiano: il sarto

(da "Dri l'irola", n.2)

 

In questo numero diamo notizia di un contratto di "curdadura" fra il sarto Pasquale Silvestroni, detto Pacanè e il fattore dei conti Spreti, residenti a Fiume Abbandonato in località Bosco Baronio, e' bosch di Baroni. Facevano parte della squadra di Pacanè i seguenti lavoranti: Guberti Giuseppe, Jusfò d'Pradana, Minghetti Costante, Durana e Babini Domenico, e' burdel, detto Mengo. Viene stipulato il seguente contratto di curdadura:

"Cucire braghe bragoni gabanne a tutti i uomini della casa, al pastore fare anche un gabanno senza maniche, ai stalieri e bovari al uomo di caccia e ucelli e al ortolano e il giardiniere. Deve metterci tutto il filo, la curdella per le orlature e tutte le ossipelle e anime e bottoni grandi, deve cucire un vestito e una cacciatora al fattore e un vestito da buon comando per il signor Conte. Avrà per questo:

N.5 stari di grano
Una barozzetta di primo taglio posta a casa
Una barozzetta di Riva posta a casa
Un carro di fascine di mezza legna posta a casa
Una comca di biava (circa 30 chili)
Una soma di vino schietto (70 litri)
5 gavettole di salciccia
Una guancia - Un salame da l'aglio
N.2 cappe d'ova e un capone (1 cappa = 24 uova)
la settimana prima della santa ci saranno pagati scudi 3.
Dormiranno dal giardiniere. Mangeranno a loro piacimento con gli uomini della casa. Pacanè e i suoi aiutanti non devono cantare le cante contro il governo presente e passato - non devono portare armi comburenti o taglienti come costumano quelli di S.Pancrazio. Ne parlare licenzioso ne prendesi licenza con le mani con le donne della casa.

6 di Febbraio 1891